L’isola di Miyajima e il Tori che fluttua sull’acqua

Prima di partire per il Giappone, abbiamo fatto una lista dei luoghi da non perdere durante le nostre due settimane di vacanza. In cima alla lista c’erano il Centro Pokémon (nerd!), il Museo Ghibli e l’isola di Miyajima.

L’isola di Miyajima è un vero e proprio angolo di paradiso. Il complesso del santuario di Itsukushima, situato proprio vicino all’attracco del traghetto, è patrimonio naturale ed artistico dell’umanità ed è fra i luoghi più fotografati del Giappone. Ovviamente non ci siamo fatti sfuggire l’occasione di scattare qualche foto con il famoso torii rosso galleggiante, che è raggiungibile a piedi durante la bassa marea.

Before leaving for Japan, we put together a list of places we wanted to absolutely visit once there. At the top of the list there were: Pokémon Centre, Ghibli Museum and Miyajima Island. 

Miyajima island is a little corner of paradise. The Itsukushima shrine is the star attraction, with its floating vermillion torii (gate). Of course we could not miss the opportunity to have the famous torii feature in a few of our own pictures – looking good in the picture below next to me and Antonio.

DSCN5228.JPG

L’isola di Miyajima si raggiunge in traghetto dal porto di Hiroshima (il costo del biglietto è incluso nel JR pass, ma assicuratevi di prendere il traghetto JR perché ce ne sono diversi che partono da Hiroshima). Dopo 10 minuti di traghetto, si sbarca a Miyajima e si viene accolti dai principali isolani: i cervi e i cerbiatti.

We reached Miyajima by ferry from Hiroshima’s port – the ticket is included in the JR pass but make sure to depart from the correct terminal. After 10 minutes on the ferry boat, we landed in Miyajima island, where we were welcomed by the main inhabitants of the island: deers ^_____^

dscn5188
Rossella & il cervo, accompagnata dall’immancabile caffè freddo in lattina 

Una bella passeggiata sul lungomare conduce ad uno dei templi principali dell’isola: il santuario shintoista di Itsukushima. Abbiamo trovato una bellissima giornata di sole (scampato il tifone che era sul Kansai il giorno prima), e Rossella ha addirittura messo i piedi nell’acqua dell’isola, suscitando sguardi sorpresi dei gruppi di turisti di passaggio.

We walked along the beach to reach one of the main shrines of the island, the shinto Itsukushima-jinja. We were extremely lucky as we dodged the typhoon by one day only and managed to enjoy the sun and 25 degrees in Miyajima. Rossella even put her feet in the water, attracting curious looks from the other tourists visiting the island.

img_7134
Da brava Pugliese mette i piedi in acqua anche in Giappone!

Il tempio di Itsukushima è molto caratteristico perché durante l’alta marea sembra galleggiare sull’acqua. Noi l’abbiamo visitato verso le 10.30, mentre i monaci appendevano le grandi lanterne lungo tutto il perimetro del tempio – queste vengono accese ogni sera e rendono la vista davvero scenografica!

Itsukushima shrine is unique as it appears floating on water when there is high tide. We got there around 10.30, when the monks were hanging the lanterns across the perimeter of the building – they are lit every evening and I bet it makes a truly spectacular view for the ones lucky enough to spend the night in Miyajima (we stayed in Hiroshima though). 

img_7153img_7149dscn5197IMG_7152.jpg Usciti dal santuario, prendiamo una stradina poco affollata che conduce al tempio buddhista Daisho-in e ci imbattiamo in un negozietto che prepara i dolci tradizionali di Miyajima, i momijimanju. Ne prendiamo un paio a testa, entrambi appena sfornati, con la crema di fagioli rossi – veramente eccezionali! I Momijimanju sono dolcetti a a forma di foglia d’acero, ripieni di crema (fagioli, cioccolato, limone, tè verde, nocciola, zucca, mela e chi più ne ha più ne metta), e consigliamo vivamente di provarli durante la visita a Miyajima. Ne vendono anche pratiche confezioni regalo se volete portarne a casa come souvenir!

After exiting the temple, we take a small road towards the buddhist temple Daisho-in, and we come across the loveliest little shop that makes the traditional Miyajima dessert: momijimanju. We buy one each, both fresh (or should I say hot!) from the oven, and filled with red bean cream – absolutely delicious! Momijimanju are a maple leaf-shaped cakes filled with cream (adzuki beans, chocolate, lemon, green tea, hazelnut, pumpkin, apple and so on). We strongly recommend trying them if you are in Miyajima, and you can even buy packs of momijimanju to bring home as a souvenir!

img_7155

Dopo questa deviazione-snack, ci dirigiamo al tempio buddhista Daisho-in, di cui avevamo letto nella guida Lonely Planet. E’ un tempio veramente particolare, che si sviluppa sulle pendici del monte e che ci ha sorpreso per la varietà di edifici, statue e oggetti simpatici  da ammirare. Ad esempio, il sentiero che conduce alla parte superiore del tempio è circondato da una serie di statue con simpatici cappellini…

After this detour, we visit the buddhist temple Daisho-in, which was recommended in the Lonely Planet guide. It is a truly unique temple and it is located at the base of Mount Misen, Miyajima’s highest peak. We found some very interesting things to look at, from jizo statues with multi-colour hats to scary demon-like tengu, a hall made in Tibetan Buddhist fashion and an underground spiritual path.

img_7161img_7162img_7156dscn5212dscn5220img_7167

Un’altra cosa fantastica di Miyajima è la varietà di snack che si possono provare nelle stradine principali della cittadina, a partire dalle ostriche, che sono una delle specialità locali. Noi abbiamo provato quelle fritte, ma si possono provare crude o grigliate. C’è anche un negozio dedicato esclusivamente alla salsa di soia , e interessanti banchetti che vendono solo snack (senbei).

Another great thing of Miyajima is the variety of food and snacks you can try here. The speciality of the island are oysters – we tried the fried ones on a stick but they also serve raw or grilled oysters. There also is a shop entirely dedicated to soy sauce, and shops that only sell senbei (savoury crackers with seaweed, sesame seeds or just plain)

img_7173

img_7174img_7171

Consigliamo vivamente Miyajima, anche per una mezza giornata se avete i tempi stretti. La prossima volta cercheremo di soggiornarci per una notte, per ammirare il tramonto sul mare e il paesaggio di sera.

We highly recommend visiting Miyajima, and we will for sure go back here next time we go to Japan – hopefully we can stay overnight and admire the view at sunset and in the evening. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...